Pulci: fastidiosi nemici dei gatti

Pulci: fastidiosi nemici dei gatti
Pubblicato da: Ufficio Stampa Commenti: 0

Pulci: fastidiosi nemici dei gatti

Le pulci sono parassiti che contaminano molto spesso i gatti e gli arrecano fastidio e anche malattie pericolose. Le pulci sono piccole (2-3 mm) e purtroppo non sono sempre visibili visto che sono velocissime. Sono di colore nero o rosso scuro. Per identificarle è bene esaminare con attenzione il pettine usato per la spazzolatura. Infatti, se restano residui scuri molto probabilmente si tratta di pulci.

Come si riconosce la presenza di eventuali pulci

Sintomi

Andiamo a vedere i sintomi che possono provocare le pulci nel gatto.

Prurito intenso

È un sintomo classico ed è fastidioso e molto intenso. Il gatto se viene infestato dalle pulci tende a mordersi il pelo al punto da farsi male e lesionare la cute. Il prudore è localizzato in modo particolare a livello lombo-sacrale, sul collo, lungo l’addome e il basso ventre, ma anche sulla testa e si può diffondere in qualsiasi parte del corpo.

Bartonellosi

Viene trasmesso mediante le pulci. Alcuni gatti si ammalano manifestando febbre per 2 o 3 giorni, mentre la maggior parte sono portatori sani. I sintomi, oltre la febbre comprendono sonnolenza eccessiva, vomito, linfonodi ingrossati, occhi arrossati e infine diminuzione dell’appetito.

Tenia

I sintomi più frequenti sono alternazione di diarrea e stipsi, pelo opaco, vomito, perdita di peso, spossatezza e prurito anale. Sono “manifestazioni aspecifiche” e per questa ragione viene considerato un parassita subdolo. Infatti, prima di accorgersi della presenza di questo parassita trascorre molto tempo.

Perdita di pelo

Il gatto, quando viene attaccato dalle pulci, tende a perdere il pelo a chiazze in tutto il corpo. Normalmente lo perde solo durante il cambio di stagione (due volte all’anno) per cui se la perdita di pelo si verifica in modo eterogeneo e si gratta incessantemente è importante tenere d’occhio il proprio micio. Oltre alla perdita del pelo, altri sintomi frequenti sono: tendenza a leccarsi più spesso rispetto al solito, rossore, prurito e infine chiazze localizzate su tutto il corpo.

Se il gatto domestico prende le pulci tutta la casa viene infestata

Le pulci, come già detto, oltre ad essere fastidiose possono trasmettere diverse malattie. Andiamo a vedere quali sono i sintomi delle pulci nell’uomo.

Le pulci quando attaccano l’uomo: sintomi

Solitamente compare gonfiore e rossore nelle aree della pelle in cui si trova la lesione. Inoltre, possono essere presenti anche delle papule eritematose.

Rimedi

La prevenzione è indubbiamente il rimedio più efficace al fine di evitare le pulci.
È importante utilizzare gli appositi antiparassitari con regolarità, in modo particolare durante la stagione autunnale che è il periodo preferito di questi fastidiosi “nemici” e in primavera.
Se il gatto vive in semilibertà si può comprare un collare antipulci. Se invece ha già contratto le pulci occorre agire immediatamente con un prodotto che vada a bloccare la proliferazione di questi ospiti non graditi.

Pulci nei gattini

I gattini sono molto delicati e bisogna prendersene cura con tanta attenzione. Se il gattino è già stato svezzato si possono usare gli stessi antiparassitari del gatto adulto, in caso contrario invece non si può e bisogna aspettare di utilizzare un antiparassitario.
Ovviamente il dosaggio dovrà essere inferiore a differenza di un gatto adulto.
Tra i prodotti presenti in commercio si possono scegliere le fiale la cui sostanza liquida va applicata sulla collottola, poco più in su delle scapole.

Conclusione

Tra i tanti prodotti presenti in commercio, perchè non acquistare la lettiera piripù? È naturale al 100%, super assorbente e facile da pulire. Basterà rimuovere il coperchio che racchiude la paletta ed è subito pronta all’uso. Inoltre, il pelo e le zampe del tuo amico peloso saranno sempre pulite per via del contenuto delle polveri fini che è davvero minimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *